PALAZZETTI MAGAZINE

Il semifreddo di primavera con crema al limone e fragole che ti raccontiamo oggi è un dolce golosissimo, gustoso e super cremoso, perfetto come dessert per il menù di Pasqua o Pasquetta. Puoi inoltre prepararlo in anticipo (si conserva in frigorifero per quattro giorni e in freezer per un paio di mesi) e ciò lo rende davvero un’idea furba, per vivere in maggior tranquillità le giornate di festa.

Questo semifreddo al limone e fragole ricorda un tiramisù in veste primaverile. Senza caffè né uova crude, è il fine pasto perfetto per grandi e piccini: savoiardi, frutta fresca e un’avvolgente crema al mascarpone e panna custodiscono tutto il dolce sapore delle fragole e il profumo del limone, per conquistare tutti al primo assaggio. La preparazione è abbastanza semplice sebbene un po’ laboriosa, ma promettiamo sarete ripagati dalla sua bontà.

Vediamo assieme come preparare il nostro dessert dedicato alla primavera. La ricetta passo passo è qui dei seguito ad aspettarti.

Semifreddo con crema al limone e fragole – il dolce della primavera

INGREDIENTI           

Per la crema al limone:

  • 150 g di zucchero semolato
  • 3 uova intere
  • 3 tuorli d’uovo
  • Un limone e 1/2
  • 70 g di burro
  • Un pizzico di sale

Per la bagna:

  • 150 ml di acqua
  • 50 g di zucchero semolato
  • Un limone
  • q.b. di menta fresca
  • 25 ml di limoncello

Per la crema:

  • 250 ml di panna da montare
  • 500 g di mascarpone
  • Due cucchiai di zucchero
  • 500 g di fragole
  • Un cucchiaio di succo di limone
  • Un pezzettino di zenzero fresco

E inoltre:

  • q.b. di biscotti savoiardi
  • q.b. di fragole e limone per decorare
  • q.b. di menta fresca e fiori eduli

PROCEDIMENTO

Il semifreddo di primavera con crema al limone e fragole è una ricetta che prevede più preparazioni.

  1. Inizia dalla crema al limone. In una ciotola aggiungi lo zeste del limone grattugiato allo zucchero; unisci i due ingredienti tra le dita, in modo da sprigionare al meglio gli oli essenziali del limone.
  2. Rompi le uova in una casseruola, aggiungi lo zucchero aromatizzato, un pizzico di sale e il succo di limone; mescola con una frusta. Ti consigliamo di non utilizzare strumenti metallici in questa preparazione, scongiurerai così il retrogusto ferroso che potrebbe assumere la crema.
  3. Porta sul fuoco e fai addensare a fuoco lento, mescolando continuamente. Togli dal fuoco e aggiungi il burro, incorpora con la frusta facendolo sciogliere. Trasferisci in una ciotola, copri con la pellicola e fai riposare in frigorifero.
  4. Prepara ora la bagna: in un pentolino unisci all’acqua lo zeste e il succo del limone, lo zucchero e la menta. Porta a bollore e metti da parte a raffreddare.
  5. Lava le fragole ed elimina il picciolo. Insaporiscine metà con il succo di limone, lo zenzero e lo zucchero; frulla il tutto fino ad ottenere una salsa.
  6. Taglia l’altra metà in piccoli cubetti, aggiungi un cucchiaio di zucchero e metti da parte.
  7. Prepara ora la crema montando la panna e il mascarpone. Incorpora 1/3 della crema al limone, la salsa alle fragole preparate in precedenza e un cucchiaio di zucchero. Monta sino ad ottenere una massa montata e spumosa.
  8. Tuffa i savoiardi nella bagna al limone, trasferiscili in una teglia (dimensioni di 20 x 30 cm circa) e forma il primo strato. Ricopri con la crema al mascarpone e le fragole a cubetti.
  9. Copri con un ulteriore strato di savoiardi e crema al mascarpone. Termina la preparazione con la crema al limone avanzata. Poni il semifreddo al limone e fragole in frigorifero per almeno 3 ore.

Trascorso il tempo di riposo, decora il semifreddo con fragole fresche, fettine di limone, foglioline di menta e qualche fiorellino. Cremosissimo e delizioso! Buon dessert!

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono marcati con un asterisco *.

About us

Kristel è food blogger per The Eat Culture e, su di lei, nemmeno una nuvola. Cogitatrice impegnata, alla costante ricerca di ispirazioni, dentro e fuori dalla cucina. Grazie al cielo tutto scorre: panta rei. E alla fine, come in uno splendido giardino bahai, verrà estasiata da un’illuminazione.