Piccolo e a volte buffo quanto il suo nome, il pouf è ormai un elemento irrinunciabile per ogni salotto che si rispetti.

Questo elemento d’arredo, piccolino com’è, sa inoltre farsi spazio anche tra le altre stanze della casa. Dalla camera da letto al bagno (perché no?). Si tratta infatti di un complemento versatile, che ha sempre un suo perché, sia in termini di design che di funzionalità.

Tu di che pouf sei? Lasciati ispirare dalla sua originalissima storia e da qualche consiglio per scegliere il pouf più adatto alle tue esigenze.

La nobile storia del pouf

Come nella maggior parte dei casi, non c’è un’unica versione relativa all’origine del pouf, ma coesistono diverse storie, più o meno leggendarie.

La più semplice (e più probabile) è di tipo onomatopeico. Il termine infatti è di origine francese e sta semplicemente a indicare il suono che si fa quando ci si adagia su questo oggetto, tendenzialmente morbido come un cuscino, dove quindi si fa… pouf!

Sempre dal territorio francese arriva però una leggenda di carattere storico abbastanza buffa. Sembrerebbe che nella seconda metà del Settecento il parrucchiere della regina Maria Antonietta di Francia inventò per lei un’acconciatura molto complessa, alta il doppio della sua testa, attraverso una nascosta composizione fatta di un telaio metallico e di cuscinetti imbottiti.

L’estroso parrucchiere Leonard Autié diede a questa sua creazione proprio il nome di “pouf”, che poi divenne di gran moda tra le nobildonne europee dell’epoca. L’attuale complemento d’arredo prenderebbe dunque il nome da questa capigliatura perché ne ricorderebbe la forma imbottita. Per quanto sia affascinante, questa leggenda ci sembra un po’… tirata per i capelli.

Che si tratti di una storia vera o rielaborata dalla fantasia popolare, certo è che il pouf resta sempre un complemento d’arredo apprezzatissimo per il comfort che porta in ogni casa.

Come scegliere il tuo pouf ideale

Se stai cercando il pouf più adatto a completare la tua zona living, puoi seguire questi semplici consigli:

  1. Scegli un pouf ben coordinato allo stile del tuo arredamento. Per quanto piccolo, discostarsi dal design circostante sarebbe un errore.
  2. Valuta bene lo spazio che hai a disposizione per individuarne uno che non sia né troppo grande né troppo piccolo, ma proporzionato al resto della stanza.
  3. Pensa bene a quale uso principale vorrai farne perché oltre al design è importante anche la sua funzionalità: esistono pouf perfetti per appoggiare i piedi, altri più comodi come sedute e perfino pouf contenitori.

In copertina: Stufa a legna Elsa aria di Palazzetti