PALAZZETTI MAGAZINE

Nell’impegno e nelle competenze di tutti prende forma la soluzione.

A Pordenone, il 21 febbraio, si è tenuto un incontro importante, centrato su un argomento cruciale: il futuro della sostenibilità in Europa.

Finalità dichiarata: un confronto costruttivo fra diverse competenze – tecniche, politiche, imprenditoriali e progettuali – per offrire alla stampa nazionale e internazionale presente un aggiornamento completo sullo stato dell’arte. A che punto siamo nel costruire le basi di un futuro davvero green?

Molti gli interventi decisivi che, integrando il quadro generale, hanno evidenziato i punti di maggiore criticità del presente, a partire da questo: gli edifici in UE sono vecchi e dotati di apparecchi di riscaldamento obsoleti e inefficienti e il tasso di sostituzione ad oggi è di appena il 4%. Si utilizzano prevalentemente combustibili fossili, altamente inquinanti.

Dopo i saluti di Marco Sartini Sindaco di Porcia (PN), dove ha sede Palazzetti, l’europarlamentare Rosanna Conte ha ricordato come l’Europa debba necessariamente affiancare le imprese verso la sostenibilità, se vogliamo che i tempi e la qualità della transizione si rivelino efficaci.   

Ennio Prizzi, Policy Officer di Bioenergy Europe, ha quindi spiegato gli attuali obiettivi della UE, dal Green Deal – che mira a raggiungere la neutralità climatica entro il 2050 – al Fit for 55, l’insieme di azioni per ridurre le emissioni nette di gas a effetto serra, di almeno il 55% entro il 2030. Prizzi si è concentrato sul ruolo fondamentale del riscaldamento residenziale e sulla necessità di innovare e aggiornare i vecchi sistemi, con apparecchiature a biomassa moderne (retrofit).

Anche Bernardo Martinez, funzionario legislativo per DG ENER (Direzione generale dell’Energia della Commissione Europea) ha parlato del Green Deal europeo e del suo ruolo all’interno dell’Agenda 2023 dell’ONU, focalizzandosi su Ecodesign ed etichettatura energetica, dando alcuni interessanti spunti di riflessione. Nelle stufe a pellet, entrando nello specifico, è necessario ridurre l’intervento dell’utilizzatore finale, migliorando l’efficienza e riducendo le emissioni. Questo può avvenire solo migliorando la tecnologia esistente.

È in questo contesto che trova la sua ragion d’essere il progetto Life Green-Stove di Palazzetti, finanziato dalla Commissione Europea nell’ambito del programma LIFE, lo strumento finanziario dell’UE per l’ambiente e l’azione per il clima, attivo da ormai 30 anni.

Ne ha parlato Marco Palazzetti, Amministratore Delegato dell’azienda: LIFE Green-Stove è il progetto che ha portato alla creazione di un’innovativa stufa a pellet, in grado di ottimizzare al massimo i processi di combustione, per ridurre significativamente consumi ed emissioni. Una stufa a impatto bassissimo, dotata di tecnologia IoT e quindi semplicissima da usare.

La conferenza è proseguita con l’intervento di Annalisa Paniz, Direttrice generale di AIEL e membro del consiglio di amministrazione di Bioenergy Europe – European Council. Al centro della sua riflessione la filiera del legno, volano virtuoso delle future politiche energetiche del nostro Paese e non solo. Il legno come combustibile che, grazie alla tecnologia applicata al riscaldamento domestico a biomassa, si dimostra la fonte di energia rinnovabile a minor impatto ambientale di cui disponiamo.

In altre parole il legno è il biocombustibile del futuro.    

Il momento che tutti aspettavano è arrivato con la presentazione della stufa Driade, il risultato di un processo di Ricerca & Sviluppo attivato nel settembre del 2021. Un prodotto che racchiude al suo interno una tecnologia veramente in grado di cambiare il modo in cui pensiamo alle stufe a pellet.

Ricapitolando i punti toccati durante la giornata, dall’impegno dell’Unione Europea alle criticità della gestione del riscaldamento domestico, un pensiero diventa chiaro e condiviso: l’impegno sinergico di aziende e istituzioni può creare cultura ambientale e assicurare risposte concrete. E di questo Palazzetti è interprete, da sempre.

             

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono marcati con un asterisco *.

About us