Un hamburger al barbecue cucinato ad arte è come una melodia. Richiede pazienza, dedizione e passione per essere composto. E quando queste doti si combinano assieme, danno inevitabilmente vita a un piatto che elargisce emozioni.

In questo caso emozione rima con hamburger, bun agli spinaci e cipolla caramellata. A fargli da cornice cura e amore verso il cibo, una cottura perfetta, aromi che non si dimenticano facilmente.

Ma come si prepara l’hamburger al barbecue perfetto?

  1. LA CARNE. La vogliamo di manzo tritata ma non macinata, in un bilanciato mix di collo, controfiletto e fiocco. L’ideale è batterla al coltello e non a macchina. Inoltre, per mantenere la giusta consistenza e succulenza in cottura, dovrà contenere una percentuale di grasso dal 20% al 40%. Perché è proprio il grasso l’elemento chiave che, assieme alla giusta cottura, evita l’orrore di un hamburger al barbecue secco e stopposo. Per questo è sempre bene rivolgersi a un macellaio di fiducia. Ma se non ne hai ancora trovato uno, il colore della carne è un buon indicatore: le parti bianche di grasso devono essere presenti e distribuite in modo omogeneo e non preponderanti o assenti rispetto al rosso della carne.
  2. LA COTTURA. Il segreto per ottenere una cottura perfetta – senza dubbio alcuno – sta in un minimo di esperienza ma soprattutto nell’utilizzo di un buon barbecue. Posto questo, se mi chiedi di scegliere il metodo di cottura tra piastra in ghisa e griglia ti rispondo griglia. Dona infatti maggiore aromaticità e grinta all’hamburger, donandogli sentori affumicati – un sentito grazie ai grassi che, colando sulle braci (o acciaio nel caso si tratti di un barbecue a gas) roventi, vengono vaporizzati profumando la carne in cottura.
    Ti consiglio inoltre di girare l’hamburger una sola volta, a metà cottura, dopo 3 minuti circa. L’azione deve essere compiuta non appena la superficie a contatto con la griglia non sarà ben brunita, segnale dell’avvenuta reazione di Maillard, per la quale gli zuccheri e le proteine “caramellano” conferendo la giusta rosolatura alla carne.
    Detto ciò, è necessario fare attenzione a non prolungare troppo i tempi di cottura e – soprattutto – mai pressare l’hamburger al barbecue, per evitare che si perdano i succhi. In definitiva, più la cottura sarà graduale e omogenea, migliore sarà il risultato. Il grado di cottura varia poi a seconda del gusto personale: si può optare per una cottura al sangue (la mia prediletta), media oppure ben cotta. A te la scelta!
  3. IL PANE. Il burger bun è l’anticamera dell’hamburger, contiene il ripieno e gioca un ruolo fondamentale nel primo assaggio. Il pane ideale è rotondoha una consistenza soffice, una trama compatta e un sapore vagamente dolce. Al morso non si deve sbriciolare e deve assorbire bene il condimento, permettendo così un’agile degustazione del panino senza troppi “gocciolamenti”. Prima di farcirlo va leggermente tostato ma, mi raccomando, solo all’ultimo momento, quando la carne è quasi cotta.
  4. IL RIPIENO. L’hamburger perfetto, oltre a un bun coi fiocchi, prevede anche la presenza di svariati co-protagonisti che contribuiscono a definire il carattere del vostro hamburger al barbecue. Una versione tradizionale prevederebbe: lattuga croccante, pomodoro, formaggio fuso e bacon… ma anche qui largo alla fantasia e sperimentazione!

Oggi abbiamo deciso di raccontarti una versione di hamburger gourmet originale, che ti farà fare un figurone con tutti i tuoi amici appassionati di bbq. Curioso? Ti raccontiamo tutto nel dettaglio qui sotto!

Hamburger al barbecue con bun agli spinaci e cipolla caramellata la ricetta da fare in casa

Hamburger al barbecue con bun agli spinaci fatto in casa: la ricetta

INGREDIENTI (dosi per 10 panini)

per gli hamburger di carne fatti in casa:

  • 700 g di carne tritata di manzo
  • sale e pepe nero macinato q.b.
  • olio extra vergine d’oliva q.b.

per i panini verdi:

  • 60 g di spinacini freschi
  • 30 g di burro
  • 300 g di farina 0
  • 5 g di lievito secco
  • 10 g di miele d’acacia
  • 150 g di latte intero
  • 7 g di sale
  • olio extra vergine d’oliva q.b.

per farcire:

  • due cipolle rosse
  • tre cucchiai rasi di zucchero
  • un cucchiaio raso di aceto balsamico
  • sale e olio extra vergine d’oliva q.b.
  • spinacini freschi in foglie q.b.
  • 200 g di formaggio erborinato (io ho optato per un gorgonzola piccante)
  • maionese q.b.

PROCEDIMENTO

Come preparare un perfetto hamburger gourmet in casa tua
  1. Inizia dai bun agli spinaci. Frulla gli spinaci assieme al latte, aggiungi il lievito secco e mescola sino a discioglierlo.
  2. In una terrina versa la farina, il miele, il latte “verde” e il burro fuso. Mescola con un cucchiaio fino a ottenere un impasto liscio e omogeneo e, solo alla fine, incorpora il sale. Fai riposare coperto con pellicola (a 30°C in forno se è inverno oppure a temperatura ambiente se è estate) sino al raddoppio (1 ora e mezza/2 ore).
  3. Ora forma un filoncino di impasto e dividilo in 10 porzioni da circa 50/60 g l’una. Forma delle palline e lasciale lievitare per 30 minuti sotto un canovaccio pulito.
  4. Disponi i panini agli spinaci su una leccarda foderata di carta forno. Ungi la superficie dei panini verdi con poco olio e cuoci a 200°C per 20 minuti. Sforna e lascia raffreddare.
  5. Prepara gli hamburger. Insaporisci la carne con sale e pepe, impasta a mano senza lavorarla troppo, per evitare di scioglierne i grassi.
  6. Ricava 1o polpette, dunque forma gli hamburger pressandoli con le mani dentro dei coppa pasta tondi. Fai riposare la carne in frigorifero per 30 minuti.
  7. È il momento della cipolla caramellata. Taglia le cipolle in fettine spesse qualche millimetro, salta in una padella antiaderente assieme a un filo d’olio. Non appena inizia a sfrigolare abbassa il fuoco e aggiungi lo zucchero, il sale e l’aceto. Cuoci per 5 minuti o comunque sino a che la cipolla non sarà appassita e lievemente caramellata.
  8. Cuoci gli hamburger. Il metodo di cottura migliore è senza dubbio al barbecue, le braci donano infatti un sapore insuperabile alla carne. Ungi la superficie degli hamburger con un filo d’olio, e mettili sulla griglia. Ti consiglio di cuocerli a una temperatura non più alta di 200°C (la carne risulterà così perfettamente cotta esternamente e rosata e succulenta al cuore) per circa 6 minuti, rigirandoli a metà cottura (se desideri una carne ben cotta prolunga i tempi di cottura).
  9. Quando mancano solamente pochi minuti agli hamburger al barbecue, taglia i panini a metà e ungine l’interno con un filo d’olio. Falli tostare leggermente, con l’interno a contatto con la griglia.
  10. Componi il tuo hamburger gourmet fatto in casa. Poni un po’ di cipolla caramellata nella metà inferiore del pane. Togli l’hamburger dalla griglia e – immediatamente – adagia sopra dei pezzetti di gorgonzola, in questo modo il formaggio si scioglierà grazie al calore sprigionato dalla carne. Termina con qualche foglia di spinaci freschi, un velo di maionese e chiudi il panino. Il tuo hamburger gourmet fatto in casa è servito. Buon appetito!

Hamburger al barbecue con bun agli spinaci e cipolla caramellata

Hamburger al barbecue con bun agli spinaci e cipolla caramellata

come si prepara l'hamburger al barbecue perfetto?

Credits immagini: Sara Cartelli