Scegliere dei fiori per l’estate è sempre un problema. Questo non significa che con la primavera si esauriscano tutti i profumi e i colori migliori delle piante: basta fare le scelte giuste e seguire alcune accortezze.

Come avere un balcone sempre al meglio della forma e ricco di fiori per l’estate? Siete nel posto giusto per scoprirlo!

fiori per l'estate - piante da balcone

I fiori per l’estate più resistenti

La scelta più sicura dovrà ricadere su piante che prolungano le loro fioriture oltre la primavera, fino a fine estate:

  • rosa rifiorente
  • petunia
  • surfinia
  • calibrachoa (detta “petunia nana”)
  • geranio zonale
  • geranio parigino
  • dipladenia
  • lantana
  • gerbera

Sono considerate annuali, per la loro fioritura ancora più lunga, queste altre piante:

  • solanum
  • convolvolo
  • gazania
  • scaevola
  • tagete
  • begonie
  • impatiens
  • Hibiscus rosa-sinensis
  • bouganville
  • delosperma
  • dimorfoteche

fiori per l'estate - balcone fiorito

Come coccolare le piante

Ogni pianta ha i suoi vizi e i suoi gusti, per questo la prima regola per avere un balcone ricco di fiori per l’estate è di non trattare tutte le piante allo stesso modo, ma curarle ognuna a seconda delle sue particolarità.

Tuttavia ci sono delle regole di base, che è bene applicare per tutti i vasi del terrazzo:

  1. Non sottovalutate l’importanza del terreno: di anno in anno è opportuno rinnovare il terriccio.
  2. Ogni pianta ha le sue preferenze in fatto di esposizione solare, dunque dovrete organizzare la loro disposizione anche in base all’alternarsi delle zone di luce e ombra durante la giornata. La posizione verso sud in genere è preferibile; va però considerato che durante l’estate, nelle ore più calde della giornata, è meglio proteggere le piante.
  3. La temperatura dell’acqua non è indifferente: è importante non utilizzare acqua fredda per abbeverare le piante, perché la differenza di temperatura con il terreno potrebbe creare uno shock termico tale da arrestare lo sviluppo delle radici. Per lo stesso motivo, è meglio bagnare le piante al mattino o alla sera, quando le temperature sono più basse e il terreno non ha accumulato eccessivo calore.
  4. Quando inizia la fioritura è opportuno trattare le piante con appositi fertilizzanti, in grado di rinvigorirle e prolungarne lo splendore.
  5. Le piante sono in genere abitudinarie, tendono dunque a premiare la costanza, mentre anche un solo fattore di crisi può provocare dei danni difficili da recuperare.