PALAZZETTI MAGAZINE
Gli inventivi del Conto Termico 2.0 proseguono anche nel 2018: se non ne hai ancora approfittato scopri di più con la nostra guida. Non è mai troppo tardi per rendere più efficiente la propria casa!  Se stai pensando di acquistare un focolare o una stufa a legna o pellet, oggi hai un’ottima possibilità di risparmio grazie agli incentivi garantiti dal Conto Termico e alle detrazioni fiscali del 50% o del 65%. In tutti i casi si tratta di iniziative che tendono a premiare gli investimenti per l’efficientamento energetico e il riscaldamento della tua casa, sfruttando fonti di riscaldamento rinnovabili ed ecosostenibili. Il Conto Termico, la detrazione del 50% e la detrazione del 65% non sono cumulabili tra loro e, in base alla tipologia di intervento che devi realizzare, può essere più conveniente utilizzarne uno piuttosto che un altro.

La detrazione del 50%

La detrazione del 50% non è altro che la detrazione per ristrutturazione. Nel caso di installazione di un nuovo generatore a biomassa, anche in assenza di una ristrutturazione vera e propria (e quindi con opere murarie propriamente dette), è possibile detrarre il 50% del costo complessivo dei lavori (costo stufa o focolare, manodopera, accessori, realizzazione canna fumaria…), come stabilito dall’art. 16-bis, comma 1, lettera h del TUIR. Si tratta dell’incentivo più semplice al quale accedere, dato che non sono previsti particolari adempimenti burocratici. È sufficiente che il prodotto installato abbia una resa superiore al 70% e che, naturalmente, l’installazione sia eseguita a regola d’arte con il rilascio della Dichiarazione di Conformità DM 37/08 (prevista e obbligatoria per legge). L’accredito avviene in 10 rate annuali sotto forma di detrazione dall’imponibile lordo IRPEF.

Detrazione del 60%

La detrazione del 65% per riqualificazione energetica (Ecobonus) consente, nella sua attuale revisione, la sostituzione o la nuova installazione di focolari o stufe, a legna o pellet, che rispettano determinati requisiti:
  • Il rendimento del generatore non deve essere inferiore all’85% (punto 1 dell’allegato 2 del DLgs 28/2011)
  • Un’asseverazione redatta da un tecnico abilitato attestante i requisiti tecnici previsti e la rispondenza alle prescrizioni per il contenimento del consumo di energia degli edifici e relativi impianti termici
  • Il rispetto di normative locali per il generatore e la biomassa
  • La conformità alle classi di qualità A1 e A2 delle norme UNI EN 14961-2 per il pellet e UNI EN 14961-4 per il cippato (punto 2 dell’allegato 2 del DLgs 28/2012)
  • La Dichiarazione di Conformità DM 37/08 (prevista e obbligatoria per legge)
  • L’accredito avviene in 10 rate annuali sotto forma di detrazione dall’imponibile lordo IRPEF

Conto Termico 2.0

Il Conto Termico 2.0 è stato da poco potenziato e semplificato nelle sue procedure;  garantisce un incentivo che copre fino al 65% dei costi sostenuti per la sostituzione di un vecchio generatore di calore (a biomassa, a gasolio, a olio combustibile o a carbone) con un nuovo generatore a biomassa (caldaia, stufa, termocamino a pellet o a legna). L’incentivo viene calcolato in base alla potenza del nuovo generatore, alla fascia climatica in cui si trova l’edificio in cui avviene l’installazione e a un fattore premiante che garantisce importi maggiori tanto quanto sono più basse le emissioni di polveri nell’aria. Il Conto Termico 2.0 richiede più adempimenti burocratici rispetto alle detrazioni, ma ha un grande vantaggio: per incentivi di importo fino a 5.000 euro, il rimborso avviene in un’unica rata, erogata entro 60 giorni dall’accettazione della domanda di incentivo. Per incentivi superiori a 5.000 il rimborso avviene comunque in tempi brevi, ovvero con due rate annuali. Oltre a questo, non si tratta di una detrazione di imposta, bensì di un bonifico vero e proprio sul tuo Conto Corrente. tabella detrazioni conto termico 2 0

Comments

Amedeo

30 Settembre 2022 - 07:13

Salve, vorrei sapere se nel Conto Termico è possibile includere anche altre spese oltre che quelle per la sola caldaia (tubi, installazione, opere murarie). Grazie mille

Redazione Palazzetti

27 Settembre 2022 - 12:42

Buongiorno Antonio, può cercare i nostri rivenditori su https://palazzetti.it/assistenza-clienti/trova-punto-vendita/, le basterà digitare il nome della sua città e le saranno indicati i negozi a lei più vicini che trattano i nostri prodotti! L’aspettiamo in negozio!

Antonio

19 Settembre 2022 - 16:32

Buongiorno, sarei interessato ad avere informazioni per una idrostufa a pellet.. che rivenditori avete in zona Albignasego (PD) 35020 oppure padova..!!! Grazie mille

Inquinamento e polveri sottili: le soluzioni Palazzetti per il riscaldamento di casa - Palazzetti Magazine

10 Gennaio 2020 - 12:05

[…] Rinnovare il vecchio caminetto ormai poco funzionale e inquinante è più semplice di quel che sembra. E, oltre a giovare all’ambiente, per installarlo non c’è necessità di intervenire su muri e pareti. Puoi anche risparmiare attraverso il contributo del Conto Termico! […]

Diego

29 Agosto 2019 - 12:29

Buongiorno. Avrei bisogno di un chiarimento. Nel caso di una sostituzione di una stufa a biomassa con una nuova stufa, posso accedere al conto termico ok. Sulla stessa sostituzione, posso caricare il costo della canna fumaria nella detrazione del 50% in modo tale da avere il recupero immediato sulla stufa ed installazione (conto termico) e un recupero del 50% in 10 anni sul rifacimento e/o adeguamento della sola canna fumaria? Grazie

Ennio lazzeri

10 Dicembre 2018 - 15:51

Vorrei sapere qual,e’ il rivenditore più vicino a Pisa o a Livorno. Ho già una stufa a pellet palazzetti e mi sono trovato molto bene e vorrei acquistarne un’altra

Paride

26 Novembre 2018 - 11:36

Salve, ho visto che nella mia regione ci sono importanti limitazioni riguardanti la classificazione ambientale dei generatori di calore a biomassa solida, di cui al decreto ministeriale 7 novembre 2017, n. 186, applicate già da ora. Dove è possibile trovare la classe ambientale dei Vostri prodotti? Non sono riuscito a trovare questa classificazione a stelle da nessuna parte sul sito. Grazie in anticipo

Cecilia Gozzi

09 Ottobre 2018 - 13:03

Salve, ho visto sul sito Palazzetti che fino al 30/11/2018 per l'acquisto c'è la promozione a tasso 0. Quali documenti servono? E come si può accedere a tale promozione? Grazie

Redazione Palazzetti

16 Ottobre 2018 - 18:00

Buongiorno, ha visto bene: fino al 30 novembre ha l’opportunità di acquistare un nostro prodotto approfittando di un finanziamento a tasso 0%. Per tutte le specifiche, è necessario che si rivolga ad un nostro rivenditore aderente all’iniziativa. Se vuole sapere i riferimenti per la sua zona, ci indichi la provincia da cui ci sta scrivendo!

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono marcati con un asterisco *.

About us

Lorenza in Palazzetti si occupa di Marketing. Nel tempo libero è una mamma sempre di corsa e un'appassionata di cucina. Vi mancano le idee per creare la giusta atmosfera natalizia? È la persona a cui rivolgersi!