Una parete vuota, diciamocelo, può risultare veramente triste. Per fortuna non sono necessari grandi investimenti per trasformarla in un vero elemento di design!

Prendere qualche poster, incorniciarlo e armarsi di chiodi e martello però non è sufficiente per ottenere un buon risultato: ci vogliono pazienza, studio e un po’ di ricerca.

Scegliere lo stile di quadri, stampe e fotografie

Arredare una parete è ovviamente una scelta di design, per la quale lo stile è un fattore primario.

Innanzitutto è necessario valutare i mobili e i complementi d’arredo già presenti nella stanza: hanno un sapore rustico? Richiamano un’atmosfera retrò? O sono all’opposto super-moderni?

I quadri scelti dovranno rispecchiare lo stesso stile o creare un contrasto piacevole.

Per un ambiente contemporaneo e minimalista potrebbe essere ad esempio interessante utilizzare stampe molto colorate, con linee geometriche. Se l’arredamento invece è boho-chic o eclettico, un gruppo di fotografie in bianco e nero potrebbe inserirsi elegantemente nello spazio.

Le regole base sono due: ciò che è incorniciato deve piacere e adattarsi al design della stanza.

Come progettare la parete

Si inizia studiando bene la parete e facendo qualche prova su carta o al pc.

Come? Puoi fare qualche disegno, stampare una fotografia sulla quale attaccare dei post-it in scala oppure dotarti di uno dei tantissimi strumenti di progettazione gratuiti disponibili in rete.

In questo modo potrai capire esattamente come sfruttare lo spazio con creatività ed eleganza.

Stufa a pellet Elisabeth Palazzetti, bianca e nera con lato stondato. Sala da pranzo con ampia vetrata che dà sul giardino e arredamento scandi con tavolo bianco e sedie in legno e paglia intrecciata.
Stufa Elisabeth Palazzetti

Non c’è una regola precisa, a questo punto, per appendere i quadri. Ecco però alcuni spunti:

  • caos ordinato con focus – posiziona il quadro più grande al centro e gli altri a raggiera attorno allo stesso;
  • onda – posiziona i quadri più grandi all’esterno e crea una sorta di onda con i più piccoli, all’interno;
  • galleria fotografica – scegli quadretti esattamente della stessa dimensione, da appendere perfettamente in linea orizzontalmente o verticalmente;
  • allineamento – scegli se allineare i quadri in alto, in basso o lateralmente e posizionali di conseguenza;
  • ad angolo – sfrutta i quadri per incorniciare un arredo particolare, come la testiera del letto o la parte superiore del divano.

Ecco alcune idee interessanti da copiare, per rendere la tua parete una vera opera d’arte!